Servizio Vetri Auto

La soluzione giusta, sempre. In caso di danni ai Vetri Auto, Carglass® ripara e sostituisce ovunque in Italia.

Prenota l'intervento Vetri Auto

RIPARAZIONE O SOSTITUZIONE? RIVOLGITI A CARGLASS®

Prenota qui! Con polizza cristalli, l’intervento è gratuito!

Riparazione Parabrezza incrinato o lesionato: Quando è possibile riparare?

Visita i centri specializzati di Carglass® per effettuare una valutazione del danno subito dal parabrezza della tua auto e verificare se è possibile una semplice riparazione o se si rende necessaria la sostituzione integrale del vetro. Scopri le procedure Carglass® per la riparazione di parabrezza danneggiati e i tempi di riparazione del danno.

Parabrezza danneggiato: è possibile ripararlo?

Riparare un parabrezza danneggiato è possibile e permette di ripristinarne l’originale sicurezza e di evitare i costi legati alla sostituzione.

Carglass® consiglia di intervenire immediatamente in caso di parabrezza scheggiato, verificando presso uno dei Centri di Assistenza Vetri Auto se sia possibile procedere con la riparazione oppure se sia necessaria la sostituzione del parabrezza.

Ecco alcuni dei parametri utili per capire se un parabrezza sia da riparare oppure si debba procedere alla sua sostituzione:

  • dimensioni: è possibile procedere con la riparazione del parabrezza se il diametro della scheggiatura è inferiore a quello di una moneta da 2€
  • posizione: per poter riparare il parabrezza della tua auto, la scheggiatura deve trovarsi a più di 6 cm di distanza dal bordo e non sopra i dispositivi ADAS montati sul cristallo
  • visuale: si può procedere con la riparazione del parabrezza se la parte scheggiata non si trova nell’area della visuale del guidatore.

La riparazione del parabrezza di un’auto permette di risparmiare sia tempo che denaro, e ne ripristina la sicurezza. La riparazione di una scheggiatura sul parabrezza è un intervento molto veloce, che dura circa 30 minuti, e garantisce la corretta visibilità da parte dell’automobilista.

I vantaggi della riparazione del parabrezza

  • risparmio di tempo: la riparazione dura circa 30 minuti, mentre per la sostituzione è richiesta un’ora e mezza
  • risparmio di costi: nel caso in cui l’automobilista abbia la polizza cristalli, ed in funzione delle sue condizioni, l’intervento è gratuito
  • minor impatto ambientale: la riparazione riduce del 90% le emissioni di CO2 rispetto alla sostituzione

La riparazione è inoltre fondamentale per ripristinare la sicurezza del tuo parabrezza. Non dimenticare infatti che:

  • il parabrezza fornisce fino al 30% della resistenza strutturale della vettura e funge da supporto all’apertura degli airbag anteriori. Un motivo in più per intervenire prontamente in caso di danni al parabrezza e rivolgersi unicamente a professionisti che utilizzino materiali certificati e di qualità;
  • un parabrezza danneggiato può dare problemi alla visibilità, soprattutto di sera quando si incrociano i fari delle altre auto: ecco perché riparare il parabrezza è fondamentale per salvaguardare se stessi e gli altri.

Le procedure Carglass® di riparazione del parabrezza

Come procede Carglass® con la riparazione del parabrezza scheggiato? Ecco le fasi di lavorazione:

  1. pulizia dell’area danneggiata: il primo passo della riparazione del parabrezza consiste nell’assicurare la massima pulizia dell’area danneggiata per permettere alla resina utilizzata di aderire correttamente;
  2. aspirazione dell’aria e impurità ed inserimento resina: utilizzando uno speciale dispositivo creiamo una depressione nell’area danneggiata. Dopo aver estratto tutta l’aria e le impurità, possiamo riempire la scheggiatura con la nostra resina adesiva HPX4;
  3. indurimento della resina: con una lampada ai raggi ultravioletti procediamo all’indurimento della resina. L’esposizione ai raggi UV permette a questa speciale resina di indurirsi completamente in circa 3 minuti;
  4. conclusione dell’intervento: una volta indurita la resina, gli eventuali residui esterni al vetro, vengono eliminati dal parabrezza. L’area riparata viene pulita e lucidata per assicurare una superficie liscia e omogenea.

Si può circolare con il parabrezza danneggiato?

La riparazione evita che la scheggiatura peggiori trasformandosi in una pericolosa incrinatura nel vetro che potrebbe mettere in pericolo il guidatore.

Viaggiare con il parabrezza scheggiato, oltre a mettere a rischio la guida espone a multe e sanzioni

La norma di riferimento è l’art. 79 del Dlgs. n. 285/1992, che ai commi 1 e 4 così dispone:

  • I veicoli a motore ed i loro rimorchi durante la circolazione devono essere tenuti in condizioni di massima efficienza, comunque tale da garantire la sicurezza e da contenere il rumore e l’inquinamento entro i limiti di cui al comma 2.
  • Chiunque circola con un veicolo che presenti alterazioni nelle caratteristiche costruttive e funzionali prescritte, ovvero circola con i dispositivi di cui all’art. 72 non funzionanti o non regolarmente installati, ovvero circola con i dispositivi di cui all’articolo 80, comma 1 del presente codice e all’articolo 238 del regolamento non funzionanti, è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 85 a euro 338. La misura della sanzione è da euro 1.183 a euro 11.835 se il veicolo è utilizzato nelle competizioni previste dagli articoli 9-bis e 9-ter.

La lettura dei due commi va integrata con l’art. 237 del Regolamento di esecuzione e di attuazione del Codice della Strada, che si occupa dell’efficienza dei veicoli a motore e dei loro rimorchi in circolazione, che alla lettera g) del comma 1, dedicato alla visibilità durante la guida, prevede che: “Tutti i vetri interessanti la visibilità del conducente non devono presentare rotture, anche se localizzate.”

Inoltre, la presenza di una scheggiatura sul parabrezza non permette all’auto di passare la revisione biennale prevista dal Codice della Strada.

Questo sito utilizza cookies analitici e di profilazione e di terze parti per inviarti informazioni in linea con le tue scelte ed interessi.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookies, clicca qui. Se continui la navigazione proseguendo oltre questo banner, accetti l'uso dei cookies.