La documentazione da avere sempre a bordo di un’auto

La patente di guida, il certificato di assicurazione e il libretto auto sono i documenti obbligatori da avere sempre a bordo di un’auto

Sono tre i documenti obbligatori da tenere a bordo quando siete alla guida di un’auto: la patente di guida, il certificato di assicurazione e il libretto auto.

La documentazione

Controllare che la documentazione dell’auto sia in regola sembra un fatto scontato, ma se per esempio vi accorgete che la vostra patente è scaduta, verificate bene le date poiché le disposizioni per l’emergenza Coronavirus hanno stabilito alcune proroghe. In particolare:

  • Rinnovo patente COVID/proroga patente COVID: per circolare in Italia, le patenti di guida italiane con scadenza tra 31 gennaio 2020 e 29 settembre 2020 restano valide fino al 29 luglio 2021; quelle con scadenza tra 30 settembre 2020 e 30 giugno 2021 sono valide fino a 10 mesi dopo la scadenza normale. Se utilizzate come documenti di riconoscimento, le patenti italiane con scadenza tra 31 gennaio 2020 e 29 aprile 2021 sono valide in Italia fino al 30 aprile 2021 e all’estero fino alla data di scadenza indicata nel documento.
  • Fogli rosa: i documenti in scadenza tra il 31 gennaio 2020 e il 30 aprile 2021 sono prorogati fino 29 luglio 2021
  • Revisione veicoli: le auto immatricolate in Italia con revisione in scadenza tra settembre 2020 e giugno 2021 possono circolare fino a 10 mesi dopo la scadenza normale. Per effettuare la revisione - obbligatoria dopo i primi 4 anni dall’immatricolazione, e poi da effettuare ogni due anni – è necessario avere il libretto auto, perché proprio su questo viene applicata un’etichetta adesiva che riporta l’esito della revisione. In caso di furto o smarrimento del libretto auto, l’automobilista deve, entro 48 ore dall’accaduto, fare denuncia alle autorità di Polizia in modo da ottenere un permesso provvisorio di circolazione. 

Attenzione all'RCA

Per quanto riguarda l’assicurazione obbligatoria (RCA), ricordate che nel caso in cui la polizza sia scaduta e non rinnovata rischiate l’applicazione di sanzioni. Anche se non c’è più l’obbligo di esporre sul parabrezza dell’auto il tagliando assicurazione, portate comunque con voi il certificato di assicurazione o salvate una copia digitale sul vostro device. E per non rischiare di restare scoperti per danni diversi dalla responsabilità civile, è sempre consigliabile sottoscrivere delle coperture accessorie, come la polizza cristalli che copre la riparazione o sostituzione dei vetri della propria auto, a fronte di danni involontari causati da terzi o accidentali.

Per ulteriori informazioni su scadenze e proroghe: www.mit.gov.it